Quale Piattaforma Utilizzare Per Creare Un Ecommerce: 5 Opzioni Interessanti

Ti piacerebbe scoprire quale piattaforma utilizzare per creare un ecommerce? In questa guida scoprirai 5 soluzioni che conquistano il cuore delle aziende da anni. 

Le soluzioni più quotate sono 5 e le varie integrazioni le rendono perfette per il mondo B2B e B2C.  Difficilmente è possibile trovare una piattaforma che unisca le esigenze di questi mercato. Il punto di intersezione è BigCommerce, scelta da aziende ibride dal calibro di Toyota. 

Prima di parlare nel dettaglio delle piattaforme ecommerce, ecco una breve panoramica. Oggi parleremo del software più amato dalle PMI che hanno affrontato la pandemia a testa alta. Di chi parlo? Di Shopify naturalmente. La seconda opzione per le PMI – e per chi ha più dimestichezza – è PrestaShop. PrestaShop è un buon compromesso sia per il B2B che per il B2C. 

Addentrandoci nel mondo open-source fra le piattaforme più avanzate troviamo Magento. Il software nato da due studenti dell’UCLA è la soluzione perfetta per chi lavora nel B2B.

Quale piattaforma utilizzare per creare un ecommerce open-source e facile da usare? Una valida soluzione per chi ama WordPress è senza dubbio WooCommerce. Questa alternativa può essere interessante per PMI dal cuore B2B, ma anche B2C.

Cominciamo a scoprire quale piattaforma utilizzare per creare un ecommerce potente e versatile.

Come scegliere una piattaforma ecommerce

Affinché tu possa ridurre al minimo i rischi, ecco i parametri da tenere a mente:

  1. L’ecommerce gratuito è un mito, nonché la rovina della tua reputazione. Un progetto ecommerce necessita di professionisti per vedere la luce e non chiudere i battenti dopo pochi mesi. Persino i software open-source non permettono di costruire business totalmente a costo 0.
  2. Un ecommerce di qualità ha bisogno di tempistiche lunghe per prendere forma. Uno shop grossolano difficilmente conquista il cuore di Google. Un esempio classico di progetti fallimentari? Gli ecommerce caserecci che escludono elementi vitali come i breadcrumbs. Questo è un grave errore in termine SEO. Immagina quanti danni possa provocare una scarsa conoscenza del settore.
  3. Prima di scegliere la piattaforma più giusta per te, definisci gli obiettivi. I principali obiettivi sono l’analisi dei concorrenti, delle buyer personas e delle necessità del mercato.
  4. No budget, no party. Senza soldi, il tuo progetto digitale rimarrà solo un disegno dai contorni sfumati. Ogni attività imprenditoriale ha bisogno di fondi. Prendi per esempio un negozio fisico. Indipendentemente dalle dimensioni del locale, ogni commerciante ha delle spese fisse. Come ad esempio l’elettricità, gli stipendi, il magazzino. Stessa cosa vale per l’ecommerce. Le spese fisse sono: l’hosting, l’eventuale abbonamento alla piattaforma, la pubblicità.

Da leggere: Landing page: come usarla per il tuo Business

Piattaforme ecommerce a confronto

Scegliere un ecommerce non è una scelta facile perché sono necessari diversi investimenti. Creare uno shop è come costruire una casa: non si può risparmiare sui materiali e la manutenzione periodica è necessaria.

Analizziamole le piattaforme nel dettaglio.

  • Magento: il software scelto da 1 azienda su 10 su scala mondiale. Parliamo di un software open-source, ma costoso in termini di avviamento e mantenimento. Dal punto di vista SEO, Magento è un’opzione gratificante. Inoltre, è performante in termini di gestione delle vendite e usabilità per gli utenti. Ideale per aziende di grandi dimensioni che attraggono grande traffico sul sito. Particolarmente apprezzato nel mercato B2B.
  • BigCommerce: l’ecommerce con certificazione di sicurezza riconosciuta a livello mondiale. Questo software offre una prova gratuita per costruire uno shop di elevata qualità. Il giusto compromesso per chi opera nel mondo B2B e B2C.
  • PrestaShop: l’open source con tanti temi e plugin per personalizzare il sito. Facile da usare, comodo per promuovere i prodotti e elaborare strategie. In Italia rappresenta una delle soluzioni più apprezzate e quotate, ma solo per chi opera nel campo delle PMI.
  • Shopify: il software in cloud per le piccole e medie aziende. Ecommerce in abbonamento estremamente sicuro, offre template gratuiti e tanti plugin. L’ottimizzazione per mobile è inclusa nel pacchetto. Shopify offre una versione gratuita per testare le sue innumerevoli possibilità. Perfetto per PMI che operano nel B2C.
  • WooCommerce: la soluzione per chi apprezza WordPress. A differenza degli altri, WooCommerce è un plugin da installare su un software. Una buona scelta per aziende B2B e B2C di piccole dimensioni.

Da leggere: Come realizzare un sito ecommerce

1.  Magento – Il software più usato al mondo dai business di grandi dimensioni

Secondo una statistica presentata da Hosting Tribunal, il 12% degli shop presenti online sono creati su Magento. Magento è un CMS open source, come WooCommerce e PrestaShop. In Italia solo 7061 attività imprenditoriali usano questa piattaforma ecommerce.

Considera Magento come il software migliore sul mercato, ideale per chi opera nel settore B2B. Ma non solo! Ha tutte le carte in regola per essere la piattaforma ecommerce ideale, ma la sua difficoltà di utilizzo è importante da tenere a mente.

Gli ecommerce su Magento necessitano di professionisti che hanno dimestichezza con il software. Parliamo di un tool estremamente professionale e difficile da usare senza solide competenze. 

Chi sceglie Magento sa che la manutenzione ed i vari interventi sono costosi. Senza tralasciare il budget iniziale per avviare il progetto. Magento è versatile, performante e viene aggiornato periodicamente con features degne di nota. 

  • Open-source è sinonimo di community e aiuto. Magento vanta una solida community di programmatori e sviluppatori pronti a dare feedback. 
  • SEO e Magento vanno a braccetto. Gli specialisti SEO possono lavorare in profondità e creare strategie di ottimizzazione interessanti. Una chicca: Magento è così performante da creare in automatico la preziosa Sitemap XML. Inoltre, è facilissimo creare versioni mobile friendly. In questo modo sia Google che gli utenti sono contenti.
  • Vanta tantissime integrazioni. Le più note sono la suite Google, PayPal e MailChimp.
  • Può accogliere un traffico importante sul sito.

2. BigCommerce – La piattaforma più sicura in commercio

E-commerce per una nuova era. Questo è il claim che accoglie chi vuole creare uno shop online con BigCommerce. I brand più famosi che lo usano sono DavidOff, Sony e Toyota. Come puoi vedere, parliamo di brand ibridi attivi sia nel B2C che B2B. Ad eccezione di DavidOff  che opera in un mercato particolare come quello del tabacco.

Vantaggi degni di nota:

  • Elevata sicurezza riconosciuta a livello internazionale. BigCommerce vanta la certificazione ISO/IEC 27001:2013. Questa prestigiosa certificazione afferma che ogni azienda ha “sta seguendo le best practice sulla sicurezza delle informazioni e fornisce un controllo indipendente e qualificato sul fatto che la sicurezza delle informazioni è gestita in linea con le best practice internazionali e gli obiettivi aziendali.” [Fonte ItGovernance]
  • Esistono 4 tipologie di abbonamento mensile, in base alla grandezza dell’attività commerciale.
    Il piano standard costa $29,95 (circa 26€) al mese, mentre la versione PRO raggiunge i $299,95 (circa 262€). Per chi supera i $400.000 di fatturato, BigCommerce offre un’offerta personalizzata cucita su misura. 
  • Assistenza dedicata. Ogni piano offre l’assistenza gratuita disponibile 365 giorni l’anno ad ogni ora.
  • BigCommerce offre una prova gratuita per creare un ecommerce e valutare le performance. La durata del trial è di 15 giorni.

3. PrestaShop – il quarto software più famoso in Italia

Il claim di PrestaShop è “Lancia subito il tuo e-shop! Una soluzione per qualsiasi esigenza.
La piattaforma parigina ha conquistato il cuore di 20679 attività commerciali nel nostro Paese.
A livello mondiale sono circa 300000 i commercianti che usano questa soluzione ecommerce.

PrestaShop dà il meglio di sé ad attività imprenditoriali di piccole e medie dimensioni. Dunque, se hai un’azienda più complessa, PrestaShop è da escludere a priori.

Quali sono le caratteristiche dietro il successo di questo software?

  • PrestaShop è un software open-source gratuito, ma solo nella versione base. Questa peculiarità è un’arma a doppio taglio. Acquistare componenti a pagamento potrebbe richiede un investimento degno di nota.
  • Tanti plugin e temi fra cui scegliere. PrestaShop ha una ricca library di features e integrazioni fra cui scegliere. Anche in questo caso la parola d’ordine è: personalizzazione.
  • È un CMS completo e funzionale, semplice da usare. Anche per chi ha poca esperienza.
  • Ha molte integrazioni built-in focalizzate sulla promozione. Innovare la tua comunicazione pubblicitaria in maniera accattivante è semplice. Dal lato prodotto puoi impostare sconti, offerte e modalità di spedizioni con pochi click. In questo modo la tua offerta commerciale sarà sempre competitiva e raggiungerà il tuo cliente grazie al supporto di invio e-mail.

Da leggere: Come Pubblicizzare un sito Ecommerce nel 2021

4. Shopify – la soluzione per chi ha scarse nozioni di programmazione e design

Shopify è una delle piattaforme ecommerce più rinomate e apprezzate dai piccoli e medi imprenditori. Durante la pandemia ha aiutato numerose attività artigianali e non chiudere i battenti. Shopify è il software perfetto per chi è alle prime armi e ha budget ridotti. 

Scopriamo insieme i principali vantaggi di piattaforme e-commerce completamente integrate:

  • Estrema facilità di utilizzo. Shopify non richiede competenze specifiche;
  • I tempi per costruire il sito sono piuttosto brevi. Per facilitare il lavoro puoi seguire le guide sulla piattaforma e integrare i vari plugin. Inoltre, la piattaforma offre molti template gratuiti fra cui scegliere;
  • È sinonimo di sicurezza e affidabilità. Questa promessa viene mantenuta perché il software è in cloud e non open-source;
  • I design ed i layout sono mobile-friendly e facili da modificare, anche se non hai skills avanzate;
  • Le integrazioni per i pagamenti sono estremamente comode. Shopify supporta strumenti come PayPal, Stripe e Klarna.
  • Puoi provare la piattaforma per 14 senza costi.

5. WooCommerce – Il plugin open source per le PMI

WooCommerce è uno dei plugin più famosi e rinomati su WordPress. Rappresenta la soluzione ideale per attività di piccole dimensioni. Infatti, chi gestisce attività più impegnative dovrà scegliere servizi più avanzati – come Magento.

Fra i vantaggi più esclusivi ed interessanti di WooCommerce troviamo:

  • La compatibilità con altri plugin di WordPress;
  • Elevata facilità di costruire un ecommerce bello esteticamente e comodo da consultare.
  • È gratuito – ma solo il download del plugin. Le spese relative al design, alla sicurezza e all’ottimizzazione sono a parte.
  • È user-friendly – come WordPress. Online puoi trovare una solida community pronta ad aiutarti. Normalmente gli sviluppatori ed i programmatori hanno una buona dimestichezza con entrambi.

Quale piattaforma utilizzare per creare un ecommerce in poche parole

Hai scoperto quale piattaforma utilizzare per creare un ecommerce? Ecco un breve riassunto..

  • Magento è l’opzione più amata in assoluto. Questo software è perfetto per chi gestisce aziende di grandi dimensioni – magari in ambito B2B. Il vantaggio principale di Magento? La facilità di creare strategie SEO cucite su misura dell’attività commerciale.
  • BigCommerce fa per te se hai un’azienda che desidera un prodotto performante. Il beneficio più interessante? La certificazione di sicurezza riconosciuta a livello internazionale.
  • PrestaShop è uno dei software più gettonati in Italia. Nonostante la facilità d’uso, parliamo di un software facile da gestire e con cui sperimentare. Un motivo per sceglierlo? Nonostante offra tantissime features, basta poco tempo per capire come trarne il meglio.
  • Shopify è la soluzione perfetta per chi vuole un ecommerce ad hoc in poco tempo. Shopify continua a mantenere vivo lo spirito imprenditoriale offrendo un servizio eccellente. Il motivo per cui è così amato? Il prezzo imbattibile e i servizi inclusi.
  • WooCommerce è la soluzione per chi ama WordPress. Il plugin consente di creare discreti ecommerce senza rinunciare alle integrazioni di WordPress. Fa per te se cerchi una soluzione user-friendly per gestire la tua piccola attività.

Stai cercando dei professionisti ai quali affidare il tuo progetto di ecommerce e promozione? Noi di The Digital World siamo pronti ad accettare la sfida e a garantirti eccellenti risultati. 

I tuoi partner sono: Emanuele Acierno, esperto di ecommerce, e Michele Fazi, esperto di strategie di marketing. Vuoi dare un boost al tuo ecommerce? Durante la consulenza potrai richiedere servizi extra come l’advertising e l’ottimizzazione SEO. 

La consulenza iniziale è gratuita e ti forniremo tutte le informazioni per delineare il tuo progetto. Clicca qui per prenotare una consulenza strategica, quando vuoi tu all’ora che preferisci. 

Partita Iva e C.F: 02005380668 | Iscrizione registro imprese: REA AQ-137029 | © 2021 The Digital World S.r.l.