social e turismo
Social Network e turismo: una coppia perfetta
2 Settembre 2019
Vedi tutti

Cosa rende efficace una Facebook Ad

Facebook ad

Perché la mia inserzione non funziona? I motivi possono essere molti. Leggi l’articolo per capire cosa rende efficace una Facebook Ad. 

Esiste un metodo garantito che ci permetta di ottenere sempre ottimi risultati quando creiamo una Facebook Ad? Ci spiace dirti che no, non esiste una bacchetta magica né un trucchetto garantito che ti faccia spendere meno per ottenere il massimo del risultato. 

Esistono 20 motivi per i quali la tua inserzione non funziona, ovvero spende budget inutilmente senza performare. Vediamo quali sono.

1# Il Copy

Il copy, ovvero il testo della tua inserzione, non comunica bene con il tuo target di riferimento. Il tuo copy potrebbe essere poco professionale o eccessivamente generico. Potrebbe essere troppo lungo o troppo corto. Inoltre devi chiederti: con questo copy sto comunicando con un pubblico caldo, tiepido o freddo?

No, non stiamo parlando di minestra o Thè, ma di target di riferimento. Si definisce freddo il pubblico che non ti conosce, che non sai cosa offri. “Tiepido” è il pubblico che si è avvicinato al tuo brand, ti conosce ed è disposto ad ascoltarti. “Caldo” è il target pronto ad accogliere la tua proposta di valore ( e commerciale).

Tieni ben a mente che chi non ti conosce, difficilmente compirà un’azione verso il tuo brand. 

2 # La Creatività

La parte visuale del tuo post colpisce l’attenzione degli utenti a tal punto da impedirgli di continuare a scrollare la News feed?

Se la tua ad non funziona, probabilmente hai scelto un colore sbagliato, oppure il tuo target di riferimento non si identifica con i volti nella foto. Capita spesso che le immagini scelte siano di bassa qualità o sembrano foto finte.

3 # Il formato della Ad

Che formato stai utilizzando per la tua inserzione? Un post statico, un video o un canvas? Ogni contenuto ha il suo posizionamento. Tieni ben presente che non tutti i contenuti sono adatti per raggiungere lo scopo che ti sei prefissato.

4 # Targhettizzazione

Stai targhettizzando per interessi? Essi sono corretti? E’ corretta la geolocalizzazione, il range anagrafico e il genere? Se stai utilizzando il lookalike Audience, quali sono le sue fonti? 

5 # Traffico del sito web

Qual è il volume del tuo sito web? Sei sicuro che il traffico sia altamente qualificato? Hai inserito il pixel che ti permette di tracciare e rintracciare su Facebook gli utenti che almeno una volta sono entrati nel tuo sito web?

6 # Il contenuto del tuo sito web

Attenzione: la tua ad funziona, ma quando gli utenti accedono all’interno del tuo sito web trovano contenuti non usabili, poco chiari e di bassa qualità. Ciò danneggia notevolmente la tua ad. L’utente si trova confuso e non procede all’azione

7 # Landing Page

Probabilmente la tua Landing Page performa bene, ma il copy e la creatività non permettono di chiudere una vendita.

8 # E-mail List

Stai targhettizzando il tuo pubblico grazie a una mailing list? Sai che grazie al tuo database mail puoi crearti un pubblico personalizzato su Facebook e Instagram e rivolgerti ad esso per la tua Ad?

La mailing list deve avere un certo numero di email di alta qualità e ben profilate, altrimenti il pubblico personalizzato, e relativo pubblico simile, verrà danneggiato.

9 # Competizione

Tieni d’occhio la stagionalità della tua proposta e il periodo in cui stai sponsorizzando. Quando la competizione è alta, ovvero in tanti stanno sponsorizzando su quel pubblico, sarà più difficile portare al successo le tue ad. In questi casi i costi per risultati aumenteranno notevolmente. 

10 #Posizionamenti

Quando avvi un’inserzione modifichi i posizionamenti ( manualmente ) oppure lasci l’impostazione automatica? Se la tua risposta ricade nella seconda opzione, sappi che stai bruciando budget inconsapevolmente. Il gestore delle inserzione tende a mostrare la tua Ad su tutti i suoi canali, in particole sulle storie, nei messaggi, nelle newsfeed etc. Se il tuo budget  è ridotto, ma soprattutto se il tuo target non usa quel posizionamento, stai comunicando male.

11 # Budget

Se vuoi spendere 10 € al giorno per vendere 200 prodotti, sarà  molto difficile che il tuo budget ti permetta di aumentare il volume delle vendite. Soprattutto se l’arco di tempo è limitato e il tuo target non è stato ben analizzato. 

12 # La frequenza

Non esiste una frequenza ideale, ovvero un numero di volte in cui la tua ad deve raggiungere il target di riferimento. Essa dipende dall’obiettivo che vuoi raggiungere ( traffico al sito, visualizzazione di un video, brand awareness, vendite ). 

13 # Ottimizzazione

Vuoi ottimizzare per click, per visualizzazione della Landing Page, per conversione, per engagement? Stai impostando la ad in maniera corretta con la giusta creatività e il giusto copy per raggiunger l’obiettivo?

14 # Pixel e conversione degli eventi

Il pixel di Facebook è correttamente installato nel tuo sito web? Stai usando il tracciamento degli eventi? Il pixel offre agli advertiser più possibilità di targhettizzazione e di ottimizzazione.

15 # Il prodotto o il servizio proposto

Siamo onesti. Se la tua proposta non funziona, difficilmente funzionerà la tua inserzione.

16 # Settore

Alcuni settori funzionano più di altri. Se lavori nell’industria dell’intrattenimento avrai più possibilità di successo rispetto a chi propone servizi legati o immobiliari.  

17 # Conoscenza del tuo Brand

Se sei un brand conosciuto avrai maggiore possibilità di successo rispetto a un brand sconosciuto. Devi chiederti: qual è la mia Brand Reputation?

18 # Monitoraggio 

Non lasciare ” al caso” la tua inserzione: giornalmente monitorane i risultati. Se l’inserzione non sta performando, modificala analizzando i punti finora evidenziati: probabilmente c’è qualcosa che non va. 

19 # Dimensione del pubblico

Non stringere troppo il tuo pubblico: rischieresti di saturarlo velocemente con la stessa inserzione. Allo stesso modo, se il budget è molto basso evita di allargare il bacino oltre i 20 km, sopratutto se stai sponsorizzando un’attività locale.

20 # Non ci si può improvvisare

Abbiamo messo questa regola per ultima, ma in realtà è la base del social media marketing: le variabili da considerare sono numerose e, senza analisi e strategia, difficilmente porterete a casa un risultato ottimizzato e proficuo. 

 

Non esiste una formula magica né un metodo garantito

 

Ecco la riposta alla domanda iniziale: non esiste un metodo garantito che permetta agli advertiser di attivare campagne sempre performanti sui social network.

Esiste solo l’analisi e la strategia. Esiste solo il monitoraggio step by step delle azioni. Se una ad non performa, bisogna correre subito ai ripari, evitando il prima possibile di bruciare budget. 

Ogni approccio è diverso e dipende dal settore, dal brand, dal target e da altre numerose variabili. Alla base di ogni inserzione che si rispetti c’è un unico fattore: la professionalità di chi cura le ad. 

Vuoi saperne di più? Contattaci 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi una consulenza gratuita?