Social Network e turismo: una coppia perfetta

Da Lead a Cliente: giù per il Funnel Marketing
3 Maggio 2019
Facebook ad
Cosa rende efficace una Facebook Ad
3 Novembre 2019
Vedi tutti

Social Network e turismo: una coppia perfetta

social e turismo

social e turismo

Nell’Epoca dell’interconnessione, non c’è luogo migliore di internet per intercettare nuovi turisti ( e nuovi clienti ). Che tu sia un ristoratore, un albergatore o un tour operator, devi assolutamente leggere la nostra “guida” al mondo del turismo social.

 

Come usare i social all’interno di una strategia turistica? Se c’è un settore che più di tutti ha sentito l’influenza dei social network, questo è il Turismo. Tutti amiamo condividere le esperienze che viviamo; tutti ci lasciamo tentare dalle esperienze vissute da altri che ci fanno sognare. 

 

Da turisti a turisti fotografici

Polignano a mare, tanto per citarne uno: negli ultimi dieci anni la città di Modugno è diventato un must per gli amanti del turismo fotografico. Se vai in Puglia, devi passare per Polignano e fotografare la sua bellissima spiaggia incastonata tra le rocce. Gli abitanti del posto dicono che “da maggio a settembre Polignano pullula di curiosi da tutto il mondo”; non da sempre, ma negli ultimi dieci anni Polignano a mare è diventato una meta turistica d’eccellenza. Il merito di questo successone turistico di chi è? Dei social network naturalmente. Grazie ad Instagram e alla diffusione virale dei contenuti fotografici, ogni posto può diventare una meta ambita da molti. 

 

Quanti di noi utilizzano i social network per scegliere la meta delle prossime vacanze o semplicemente la pizzeria in cui andare il sabato sera? 

 

Oltre Tripadvisor e i blog di settore, sono i social che influenzano le nostre scelte di consumo. Ne sanno qualcosa gli influencer che hanno fatto della “condivisione delle loro esperienze” un vero e proprio lavoro. 

 

Perché i social network ci influenzano così tanto?

 

I social network influenzano le nostre scelte perchè, grazie ad essi, ci sentiamo parte di una community: quando osserviamo una storia, ad esempio, ci sembra di essere lì e di condividere il momento. Pensiamo “ pensa che figo sarebbe essere lì” e scatta subito il “ voglio andarci”. 

 

Identikit del turista 2.0 

 

Il turista 2.0 compie un “viaggio interattivo”: il viaggiatore oggi sempre più frequentemente mette in valigia un computer portatile o uno smartphone e utilizza questi dispositivi per rimanere in contatto con gli altri.

Il “viaggio interattivo” mette in discussione alcuni tradizionali concetti del turismo come:

  •  il paesaggio, 
  • lo sguardo turistico, 
  • l’ospitalità, 
  • l’autenticità, 
  • la fuga. 

 

Prima si viaggiava per staccare la spina, oggi si viaggia per raccontare.

 

Una serie di nuovi concetti, come ad esempio lo“sguardo mediato” o la “convivialità cellulare”, hanno preso piede per descrivere il modo in cui i turisti si relazionano con l’ambiente e le proprie reti sociali. La comunicazione, nel turismo, diventa parte integrante dell’esperienza turistica.



Secondo l’indagine The Traveler’s Road to Decision svolta da Google l’ 84% dei turisti afferma che i social media e le recensioni online hanno influenzato o cambiato il loro modo di viaggiare, e 76% dichiara di non credere in ciò che viene comunicato direttamente dalle destinazioni o dalle agenzia turistiche e affianca a queste informazioni quelle reperibili in rete attraverso i social.



L’importanza dei social network nel turismo: quali sono le opportunità

 

Essere online sempre. Questo è il primo dictat.

Ci rivolgiamo in particolare ai ristoratori e agli addetti del settore turistico; ma attenzione! I social possono essere un’arma a doppio taglio. Una recensione negativa, un brutto commento: sono variabili che influenzano notevolmente la scelta dei viaggiatori. 

 

La regola dunque è: monitorare cosa dicono gli utenti di noi nel web. Se ad esempio, rimpingui i tuoi social aziendali con foto bellissime, ma gli utenti dicono che nel tuo locale si mangia male o che le camere del tuo albergo sono sporche, stai facendo un lavoro inutile. 

 

Le persone si fidano del giudizio degli altri. 

 

Essere online significa completare quel processo che inizia offline dall’accoglienza. e dalla cura del cliente. Termina con il suo feedback sull’esperienza che gli hai proposto. 

 

Se l’esperienza è negativa, lo sarà anche la recensione che il turista farà del tuo locale su Trip Advisor, Booking, Google e Facebook. 

 

Perché i social sono un’opportunità per il turismo?



5 motivi per essere social e aumentare l’afflusso turistico

 

Per Farti conoscere

 

Fai sapere alla gente chi sei. Prima del web 2.0 era difficile raggiungere nuovi potenziali clienti se non attraverso le pubblicazioni sui giornali e il passaparola. I social media sono un modo fantastico per comunicare la tua proposta. Sei un hotel, un campeggio, un residence, un resort, un boutique hotel, un affittacamere? Nessuno lo sa, ma se lo racconti sui social andrà a finire che lo sapranno tutti! È la tua identità, mostrala attraverso ottimi contenuti.

 

Per raccontare la tua proposta di valore

 

Sai qual è la sottile differenza tra descrivere servizi e comunicare benefici.

 

I benefici sono ciò che renderà il soggiorno dei tuoi clienti migliore in un modo o nell’altro. Se dici di avere una “posizione centrale”, questo non descrive il vantaggio per il tuo ospite. Se invece dici di essere “a meno di un chilometro” da una sala concerti, un parco o un ristorante famoso, si capisce benissimo quale sarà il vantaggio di soggiornare nella tua struttura. Mostra sempre tutti i vantaggi della tua proposta.



Per creare aspettative realistiche 

 

Mostra alle persone esattamente quello che darai loro quando prenotano con te. 

Mostrare il tuo hotel in modo accurato crea aspettative realistiche per i futuri ospiti e, di conseguenza, recensioni più vere e sincere, poiché l’ospite comprende ciò che sta acquistando e non si crea false aspettative

 

Per trovare nuovi clienti

 

Con quasi 2 miliardi di utenti in tutto il mondo su Facebook ci sono sicuramente persone in linea con il tuo target. Puoi impostare annunci mirati a età, sesso, provenienza e altri dati demografici specifici in base al tipo di cliente che stai cercando.

 

In un mondo così frequentato, puoi scommettere sui social media per creare nuovi clienti e fidelizzarli.

 

Per creare e rafforzare le relazioni con i clienti

 

Connettersi con il pubblico sui social media potrebbe essere uno dei maggiori vantaggi per te. Condividere contenuti appropriati per entrare in sintonia con le persone, le aiuterà a percepire la tua struttura ricettiva come un luogo più vicino al loro mondo e quindi più coinvolgente.

 

Puoi coinvolgere il tuo pubblico con contest fotografici o giochi a premi, oppure con l’adesione a eventi che organizzi. Tutti vogliono sentirsi parte di una storia. 

 

Come usare i social per promuovere il turismo 

 

Se hai letto il nostro articolo ti sei reso conto che promuovere la tua proposta turistica sui social network non è facile, benchè in molti pensino il contrario. Non basta solo condividere bei contenuti, ma bisogna farlo in modo strategico e costante per stabilire una relazione con il proprio target di riferimento. 

 

Non è facile convertire le persone da Utenti a Clienti: bisogna coinvolgerli e convincerli, senza deluderli al momento della fruizione del servizio. 

 

I piani strategici del turismo 2019 – 2022 puntano molto sulla comunicazione social per stabilire un vero legame con il turista che porti valore all’intero territorio. 

 

Se anche tu hai un ristorante, un Hotel, un Resort o un campeggio e vuoi incrementare il tuo business affidati a professionisti del settore che possono aiutarti ad aumentare il numero dei tuoi clienti fidelizzati e a far decollare il tuo progetto. 

Contattaci ora




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vuoi una consulenza gratuita?