• Home
  • Blog
  • SEO
  • Come essere primi su Google con un articolo Seo

Come essere primi su Google con un articolo Seo

Vuoi essere tra i primi su google ma non sai come fare? Bene, questa è la guida che fa al caso tuo. Ti spiegheremo quanto sia importante scrivere un buon articolo SEO per il tuo posizionamento nei motori di ricerca, concentrandoci su quali sono le accortezze di cui tener conto prima di scrivere un buon testo.

Come si scrive un articolo SEO, le 10 regole d’oro

Se vuoi scrivere un articolo seo, ma non sai proprio da dove iniziare, sei sulla pagina giusta. Di seguito ti elencheremo tutti i passaggi da tenere in considerazione per scrivere un articolo seo di alta qualità:

1.Conoscere l’argomento 


Per far sì che i contenuti siano più convincenti e veritieri possibile, è fondamentale parlare con il cliente che ci ha commissionato l’articolo seo. Devi informarti sull’argomento da trattare e cercare di essere il più chiaro ed esastivo possivile nella scrittura per inserire nel modo corretto le parole chiave. 

 

2.Fare una keyword research

La ricerca delle parole chiave su Google serve per capire con quali parole gli utenti cercano un determinato argomento. In questa fase i siti web “seo zoom” e “google keyword planner” sono strumenti fondamentali. Digitando la nostra parola chiave all’interno di questi tool, otterremo tutte le micro-categorie (cioè tutte le combinazioni di parole in cui gli utenti ricercano quell’argomento) correlate alla nostra parola chiave.

 

3.Scrivi le parole chiave

Ottenute le parole necessarie, possiamo trascriverle su un foglio reale o “digitale”  che ci permetta di organizzarle  senza doverle andare a ricercare ogni volta nei siti sopra citati.

Le parole trovate ci saranno d’aiuto per la stesura del nostro articolo seo. Ciò che fa comparire il tuo sito tra i primi su google sono proprio le parole chiave contenute all’interno dell’articolo

 

Di seguito vi spiegheremo come inserirle correttamente nel nostro testo.

 

Come inserire le parole chiave nell’articolo

Cominciamo ora la stesura del nostro articolo. Prima di cominciare a scrivere però, dobbiamo porci qualche quesito:

  • Conosco il prodotto?
  • Conosco l’argomento di cui sto andando a parlare?
  • Sono capace di scrivere un articolo di circa 1000 parole?

Se la risposta a tutte queste domande è si, allora possiamo procedere con la stesura del nostro articolo seo. Se la risposta è no, probabilmente devi affidarti a un consulente seo che si occupa di web marketing.

Per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca dobbiamo tener presente quali sono le accortezze che Google premia:

  • Lunghezza del testo. Google apprezza i testi lunghi. Un buon articolo presenta almeno 600 caratteri.
  • Elenchi puntati. L’utilizzo degli elenchi dona, all’utente che legge, la sensazione di dover leggere meno materiale.
  • Parole chiave evidenziate. Avete presente le parole scritte in grassetto nei testi? Bene, quelle sono le parole chiave di cui parlavamo prima. Queste parole sono quelle posizionateall’interno del nostro sito per far sì che l’utente ci trovi agevolmente. No, non potete indicizzare 500 parole su 600 (in gergo keyword stuffing) perché altrimenti Google vi negherà la possibilità di essere trovati. Il consiglio è quello di evidenziare solo le parole più importanti.

Inserire l’articolo Seo nel back-end del sito

Una volta scritto l’articolo lo inseriamo nel back-end del nostro sito dandogli i tag:

  • H1 per il titolo
  • H2 per il “sottotitolo”
  • H3, per i titoli dei paragrafi
  • Paragrafo che serviranno agli utenti e ai motori di ricerca per capire che argomento stiamo trattando.

    Ricorda che la SERP di Google filtra solo i meta tag : Tag Title –H1- contenenti  keyword e query principale e Tag Description (  H2- H3).

Ottimizzare l’articolo seo prima della pubblicazione 

Ci siamo quasi! O meglio: ci siamo al 50%. La keyword research gioca un ruolo fondamentale nella stesura di un articolo seo, ma è necessaria l’ottimizzazione sia dei contenuti sia del Tag Title, dello slug e della Metadescription, nonchè dell’immagine che stiamo inserendo nel tesro. 

Di seguito ti forniamo alcuni consigli sull’ottimizzazione on-page di un articolo seo che permetterà al tuo contenuto di essere in prima pagina su Google.

 

  • I numeri nel titolo: l’utente medio non ha voglia di leggere articoli lunghissimi. Inserire un numero al titolo (es: le 10 regole per un matrimonio perfetto) tranquillizzerà il lettore che sarà più invogliato a cliccare, facendovi guadagnare punteggio leggibilità di Google.
  • Breve introduzione. E’ buona norma che il nostro articolo contenga due o tre frasi di introduzione all’articolo. Più siete concisi e convincenti, più avrete possibilità di guadagnare l’attenzione dell’utente che riesce a capire subito se state proponendo un contenuto in linea con le sue aspettative
  •  Call to action: inserire una call to action (es. contattaci) vi aiuterà a pubblicizzare il brand con le vostre informazioni, senza doverle andare a ricercare altrove nel sito.

Come utilizzare Yoast per WordPress

Ogni sito in WordPress ha bisogno di un plugin seo per l’ottimizzazione dei suoi contenuti. Lo Yoast è sicuramente il plugin migliore per la seo  on-page. Con lo Yoast andrai ad agire su l’ottimizzazione:

  • del Tag Title
  • dello slug
  • della Metadescription

Grazie allo Yoast possiamo ottimizzare il contenuto del sito tramite l’anteprima dello Snippet (che sono le mini descrizioni che escono quando facciamo una ricerca su Google). Se stai sviluppando in WordPress, puoi scaricare questo plugin: una volta attivato, troverai questa sezione entrando sull’articolo e scorrendo in basso.

 

  • punto 1) – ti consente di passare dall’Anteprima dello Snippet all’Analisi Leggibilità, alla Frase Chiave e al Contenuto Cornerstone
  • punto 2) – ti consente di accedere alle impostazioni aggiuntive per i social media
  • punto 3) – vi consente di accedere alle impostazioni avanzate
come utilizzare seo yoast

Le informazioni contenute negli snipped sono quelle che saranno visibili su Google. E’ importante che contengano le parole chiave e le query più usate dagli utenti per essere “facilmente rintracciabili”

Innanzitutto inseriamo la parola chiare nell’apposito spazio: la stessa parola dovrà essere contenuta nel Tag Titile, nella Metadecription e nello slug. 

Semaforo verde: articolo seo è ottimizzato

Ricapitolando: sei partito da un argomento, hai fatto una buona keyword research ed hai scritto il tuo articolo seo-friendly. Hai utilizzato lo Yoast per ottimizzare i tuoi snipped, e per verificare se l’articolo rispettasse tutti i criteri della seo on-page.

Bene: sei quasi pronto a condividere il tuo articolo! 

 

Ottimizzazione delle immagini

Ricordarti di inserire un’immagine in evidenza che sarà l’immagine mostrata in anteprima nel tuo articolo. Per essa, e per gli altri media che inserirai all’interno del testo, ricordati di:

  • Allegerirla. Niente immagini pesanti che superano i 150 KB
  • Inserire nell’Alt Tag la parola o la frase principale che descrive anche l’immagine scelta
come ottimizzare un'immagine per il web

Google legge testi, non immagini e video: per questo motivo dovrai ” scrivere sui media” comunicando, grazie alle parole chiavi, il contenuto di essi. Pensa a Google come a un cieco a cui spiegare una foto. Il pirncipio è lo stesso: spiega con poche e semplici parole ( chiave )

Metti Online il tuo articolo Seo

Dopo aver letto la nostra guida su come scrivere un articolo seo e arrivare primi su Google, dovresti essere in grado di scrivere un articolo ottimizzato. Ti sei reso conto che non è così facile come credevi, è?

Gli articoli seo si differenziano dagli articoli di giornale perchè, oltre che le regole del copywriting, seguono quelle della Search Engine Optimizzation. Il seo copywriter è un consulente seo che ha bisogno di conoscere ciò che fai, ma soprattutto a chi ti rivolgi, per studiare la migliore strategia di web marketing applicabile ai tuoi contenuti. Altrimenti nessuno riesce a trovarti perchè nei tuoi articoli non c’è la corretta risposta ad un bisogno specifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.